VILLETTE E SUPERBONUS

Esiste una soluzione per non rischiare che alcune villette che al 30 settembre scorso non hanno presentato una Cilas o un progetto per demolizione e ricostruzione non usufruiscano della possibilità di accedere al superbonus dopo il 30/06/2022: trasformare le suddette villette in condomini per far sì che rientrino nella proroga al 2023, se gli edifici hanno la possibilità di essere divisi.

Come fare?
La via meno tortuosa da seguire prevede che i box vengano ceduti a terzi in modo da creare la situazione in cui siano presenti almeno due proprietà diverse di almeno due distinti proprietari all’interno di un unico complesso.
Ma ancora più semplice è il caso in cui l’edificio sia composto da due abitazioni che non sono mai state accatastate separatamente, in quanto con la separazione delle due abitazioni il complesso diventerebbe una palazzina con un unico proprietario e rientrerebbe nel caso dei condomini per cui la proroga è al 2023.

Ultime news

  • Categoria: Ambiente, Energia

    Ad oggi più che mai il tema della salubrità dell’aria negli ambienti indoor negli edifici ad uso abitativo e commerciale è fondamentale.


  • Categoria: Lavoro

    È stata annunciata una nuova rivoluzione nel campo della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.
    Il provvedimento incide su una serie di punti cardine:


  • Categoria: Energia

    Esiste una soluzione per non rischiare che alcune villette che al 30 settembre scorso non hanno presentato una Cilas o un progetto per demolizione e ricostruzione non usufruiscano della possibilità di accedere al superbonus dopo il 30/06/2022: tra


Pagine

La nostra brochure


Brochure 2016

Agenzia Casa Clima

Michele Viganego

Dicono di noi...