SUPERBONUS, RISCHIO DI SANZIONI ANCHE CON LA CILA SEMPLIFICATA

Con il decreto legge 77/2021, sono stati resi più agevoli gli interventi del superbonus togliendo ai tecnici l’incombenza di ricostruire i passaggi delle varie autorizzazioni, permessi e licenze dal settembre 1967 in poi; spetta però all’amministrazione del Comune verificare le procedure.

MA (c’è un ma…) il problema si pone nel momento in cui i Comuni assistono al deposito della Cila con planimetrie catastali che non corrispondono a quelle meno recenti già presenti in Comune.

In questo caso, non è il tecnico che ha presentato la Cila a rischiare, piuttosto il proprietario - il quale comunque non rischia la perdita del bonus secondo l’articolo 33 del Dl 77/2021 che limita l’applicazione della normativa sulla perdita dei benefici fiscali -.

La Cila del bonus non sistema le irregolarità pregresse, ma il Comune può intervenire.

 

Ultime news

  • Categoria: Energia

    Esiste una soluzione per non rischiare che alcune villette che al 30 settembre scorso non hanno presentato una Cilas o un progetto per demolizione e ricostruzione non usufruiscano della possibilità di accedere al superbonus dopo il 30/06/2022: tra


  • Categoria: Energia

    Sul piano tecnico, l’isolamento della facciata presuppone la rimozione e il riposizionamento degli elementi architettonici e decorativi presenti che incide in modo significativo sulla realizzazione del cappotto termico esterno (anche sul piano eco


  • Categoria: Energia

    Il Ministero dell’Economia e delle Finanze conferma:

    ANCHE GLI EDIFICI CON IRREGOLARITÀ POSSONO USUFRUIRE DEL SUPERBONUS


Pagine

La nostra brochure


Brochure 2016

Agenzia Casa Clima

Michele Viganego

Dicono di noi...